Presentazione a Napoli: rimandata

Condividimi

Presentazione a Napoli: rimandata

Il fatto che io predichi ai quattro venti l’importanza di riuscire a ridere pure delle cose brutte (assai)*, NON significa che mi senta di farlo sempre e comunque. Ho scritto un libro che parla di tragedie sotto forma di commedia e ne sono tuttora convinta. Però c’è un però e il però sta nel momento.
Il momento non solo deve essere quello giusto, ma NON può essere sbagliato. Ci sono momenti, infatti, davanti ai quali Marina Cuollo non può ridere perché se ne vergognerebbe da morire, lo troverebbe ingiusto, cattivo e feroce (ma in un senso molto lontano dalla ferocia che le piace) e, considerando che Marina Cuollo è davvero difficile si vergogni non c’è molto altro da aggiungere.

Salvo, questo sì, un GRAZIE a tutte le persone che si erano organizzate per venire a Napoli alla mia presentazione di domani (sabato 17 giugno), che poi questa mattina hanno saputo che non ci sarà e che invece di rimanerci male (il che sarebbe comunque comprensibile), hanno compreso sul serio.
Ci è arrivata una brutta notizia, una di quelle cose che vanno piante in famiglia e no, non ci abbiamo pensato un momento a farla lo stesso la presentazione.

Non potevamo proprio.

Non credo serva spiegare perché.

Grazie ancora a tutti.


Leave a Comment