LA SPACCIATRICE DI LIBRI

Condividimi

LA SPACCIATRICE DI LIBRI

Cosa penso di “A Disabilandia si tromba” di Marina Cuollo

di Grazia Di Fazio

Questo libro aveva già catturato la mia curiosità grazie al titolo parecchio irriverente, poi l’autrice mi ha chiesto se mi sarebbe piaciuto leggerlo e recensirlo e ho preso la palla al balzo!
Quello di Marina Cuollo non è un libro come un altro che racconta la sua vita da disabile e si rende vittima ed eroina (sì, in alcuni libri succede…), nel suo libro viene trattato in modo molto ironico la disabilità e quando dico ironico dico che ho riso tantissimo, ma davvero tanto!
Quello della disabilità è un tema che in molti preferiscono non trattare perché troppo delicato o semplicemente perché non gli interessa, ma in questo libro tutto è trattato con una leggerezza tale che non si può fare a meno di leggerlo con piacere!

L’autrice che il mondo di Disabilandia lo conosce bene ci mostra con ironia quelle che posso essere le difficoltà di un ‘cingolato’, difficoltà che esistono e che creano parecchi problemi a chi per muoversi deve far uso di una sedia a rotelle, ma ci fa conoscere quelle che sono le varie categorie di disabile che vanno dalla vittima incompresa al super eroe che si immola per la causa, ovviamente esistono diverse categorie anche per chi non soffre di nessuna disabilità, qui andiamo da chi guarda il povero cingolato con fare penoso (che rabbia che mi fanno questi) a chi fa di tutto per aiutarli (questi già meno), nel libro hanno tutti un loro nome che io non vi svelo perchè parte del divertimento!

Il punto forte di questo libro è sicuramente l’ironia, anzi l’autoironia di questa donna che nonostante il suo ‘metro e una mentina’ ha preso a schiaffi il destino e abbattuto tutti i pregiudizi, che sono tanti, tanti e molte volte (se non sempre) sbagliati!

POTERE AI PICCOLI!

Emh, emh.

Stavo dicendo?
Ah, sì!
L’ironia del libro!

Credo che saper ridere dei propri problemi sia una gran qualità e anche una gran cosa perchè aiuta a saperli affrontare con maggiore serenità, molte persone non lo capiscono però…

Se volete leggere questo libro preparatevi a ridere, ma anche a riflettere!


Leave a Comment