Inspiration Porn

Condividimi

Inspiration Porn

Parliamo di Inspiration Porn?
No, non è un inserto speciale di Penthouse, ma uno dei tanti modi di rappresentare i rotolanti et similia, ovvero considerare le persone con disabilità come fonte d’ispirazione solo sulla base del prefisso “diversamente”.
In #Disabilandia ne ho scritto alla voce “StimAmmiro”, che, badate bene, non è una marca di appretto, ma una particolare fenomenologia che considera il disabile non in quanto persona, con nome, cognome e fedina penale, ma in quanto eroe: un essere speciale, un’entità meravigliosa alla cui esistenza sentono di dover applaudire anche da dietro la porta del bagno mentre sta facendo la cacca, un po’ per supporto, un po’ per ammirazione.
E se oggi anche il mio cane ha un profilo Facebook, gli StimAmmiri popolano la rete commentando con frasi degne dei migliori slogan motivazionali e con più zucchero di una caramella mou: “voi disabili siete la nostra ispirazione”, “un Amen per questi ragazzi”, “siete la forza della vita”. A questo punto se esistiamo per fare i Santi e riscaldare i vostri cuori, pretendo un merchandising con tanto di santini, una royalty sul fatturato e l’8 per mille. Grazie.

Suvvia, diciamo le cose come stanno. Estendere all’etichetta “disabilità” delle caratteristiche che appartengono alla personalità è come lodare qualcuno per ciò che ha detto e dare il merito a una caratteristica fisica. Un po’ come commentare con frasi tipo:

“Ma è incredibile, queste persone con la barba sono eccezionali!”

“Voi brune siete un’ispirazione!”

“L’ho sempre detto che da quelli alti c’è tanto da imparare!”

Non so voi, ma a me viene da ridere.
La verità, mie cari, è che la disabilità non ci dona poteri speciali, siamo tutti meravigliosamente pieni di pregi e incasinati come il cassetto dei calzini.
Andate in pace.

#DiversamenteCalzino


Leave a Comment