Parole, Opere e (o)Missioni

Sarò franca, raramente leggo (e apprezzo) libri che trattano la disabilità (da che pulpito, visto che ne ho scritto uno,
Vi devo raccontare una cosa. Non sono nata scrittrice. E questo s’era capito. Fatto sta che, piacendo a Elisabetta*, a
Caro Danilo, innanzitutto ti ringrazio per aver dedicato un po' del tuo tempo al mio libro. Ogni lettore, per me,
Vero è che Amazon è volubile e che le sue classifiche variano più degli umori di una lunatica diversamente equilibrata
Lungi da me fare la simpatica a tutti i costi, ma se sei una che ha l'abitudine di sdrammatizzare e
"Vi vedo. Mi siete davanti alle ruote. Tutto il giorno, tutti i giorni. Posso tranciarvi di netto un tendine o
Intervistatrice: «Marina, perché hai scritto A DISABILANDIA SI TROMBA?» Marina: «Uno, per ridere di una cosa di cui non ride
- Tu ce l'hai un sito? - Io? - Sì, tu. - No non ce l'ho. - Ma come? ma